Loading

Analytics Economy: tecnologia, processi e salto culturale

A cura di Marco Icardi, AD SAS Italia

 

Digital transformation, un cambiamento in corso

Nell’Analytics Economy dati, persone e macchine ‘lavorano’ insieme per accelerare il passo dell’innovazione. Un’economia basata sui dati, dove gli analytics sono ovunque, in ogni aspetto della nostra vita privata e lavorativa. Ci supportano nel modo in cui lavoriamo, in cui interagiamo con gli altri, nella user experience dei prodotti che usiamo, nell’interazione con gli oggetti intelligenti che abbiamo.

Anche nelle aziende non si parla d’altro. Ma per attuare progetti di digital transformation in azienda occorre adottare una road map ben strutturata. Stiamo infatti parlando di un processo che interviene in modo radicale sui modelli di business aziendali e va avviato a partire da un allineamento interno sugli obiettivi.

E diventa ancora più cruciale mantenere costante, lungo tutto il processo di trasformazione, il focus sulla consapevolezza del cambiamento in atto. Un cambiamento inteso in termini di tecnologia, ruoli e processi. Ambiti che presuppongono la gestione delle resistenze culturali attraverso la condivisione e la partecipazione di tutti i ruoli aziendali, oltre che un fine ultimo condiviso.

Smart City: la città ideale

Pensiamo alle Smart Cities e a quanto sia cresciuta la consapevolezza del loro potenziale negli ultimi anni.

Stati, province, città e governi si stanno rendendo conto che possono modificare positivamente la vita di milioni di cittadini grazie all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale, del Machine Learning e dell’Internet of Things e da tutte quelle opportunità data-driven che la trasformazione digitale porta con sé. L’innovazione verso il turismo è solo uno dei possibili segmenti dell’intero mosaico che forma il processo intrapreso da città e territori per diventare “smart”.

I primi turisti di una città sono infatti i suoi residenti. Le Smart Cities, le “città intelligenti”, sono centri in grado di sviluppare processi di innovazione utilizzando le tecnologie digitali per favorire imprese, migliorare la qualità di vita dei cittadini e perseguire obiettivi di sostenibilità economica e ambientale.

Un modello urbano che assicuri elevati standard di qualità della vita per la crescita personale e sociale delle persone e delle imprese, grazie all’ottimizzazione sostenibile di risorse e spazi.

Nicos Komninos, uno dei fondatori del paradigma della Smart City, nel suo primo libro del 2002 “Intelligent Cities: Innovation, knowledge systems and digital spaces” e a seguire nell’ultimo del 2014: “The Age of Intelligent Cities: Smart Environments and Innovation-for-all Strategies”, parla di Smart City come ‘environments of innovation and collaborative problem-solving’. Un’evoluzione della città basata sull’Internet of Thing (IoT) e sugli analytics, per l’ottimizzazione del traffico, la qualità dell’ambiente, la sicurezza, il miglioramento dei servizi ai cittadini.

Ogni Smart City si configura come un ‘sistema’, una piattaforma in grado di generare valore, un ambiente integrato ed integrabile in risposta alle sfide di oggi. La piattaforma è il nuovo paradigma attraverso cui le aziende creano valore, e i nostri modelli di consumo e di interazione come utenti si esprimono.

Secondo IDC, la spesa delle imprese in tecnologie di Intelligenza Artificiale (AI) raggiungerà i 47 miliardi di dollari nel 2020. Si tratta di una esplosione che detta le basi per una rivoluzione nell’approccio che le aziende avranno nei confronti di dati, mercato e clienti. Vedremo sistemi sempre più intelligenti interagire tra loro, tecnologie che non saranno solo in grado di raccogliere informazioni, ma anche di apprendere da queste.

Alla base della rivoluzione in cui l’intelligenza artificiale diventa protagonista, ci sarà sempre l’uomo e la sua creatività.

Viviamo nell’era delle piattaforme: i dati vanno valorizzati per portare valore

SAS fornisce gli elementi e quelle capacità necessarie agli innovatori, a quelle aziende che decidono di abbracciare il cambiamento con slancio e apertura. SAS incorpora le funzionalità di Intelligenza Artificiale all’interno di un ambiente innovativo: The SAS Platform, che copre tutto il ciclo di vita dell’analisi del dato. E’ il luogo in cui tutto è accessibile e collaborativo e la complessità si trasforma velocemente nelle soluzioni più efficaci. L’elemento umano, la sua creatività, il ‘dove viene lanciato lo sguardo’, dove ‘si sceglie di guardare’, per trasformare, è però fondamentale. La capacità di immagazzinare, analizzare ed elaborare dati, infatti, potenzia ed amplifica enormemente la visione dell’uomo che solo attraverso la sua insostituibile creatività sarà in grado di elaborare velocemente nuove strategie mirate al cambiamento e al successo.

Il cuore della piattaforma è il lifecycle analitico, che ricopre le fasi di gestione dei dati, discovery e deployment; questo significa un processo completo in grado di generare il vero valore dai dati, il tutto governato dai tre concetti di Diversity, Scale e Trust:

  • Diversity: Settori differenti hanno bisogno di approcci diversi.
  • Scale: Supportare la crescente complessità.
  • Trust: Il valore lo si ottiene se tutto il ciclo è affidabile.

Auspicando una piattaforma digitale per l’Italia

L’Italia si caratterizza da sempre per la sua intrinseca capacità di innovare, si pensi in particolare ai distretti industriali dislocati sul territorio, centri di eccellenza che contribuiscono al tessuto economico del nostro Paese.  E come non citare le tante eccellenze dell’imprenditoria italiana? Uomini e donne che, grazie alla loro visione e competenze, portano le proprie aziende nel mondo. Sono proprio la competenza e la conoscenza quella forte spinta a guardare avanti, elementi di valore che contribuiscono alla trasformazione delle imprese.

Industria 4.0, il piano del Governo, gli incentivi alle imprese: sono importanti opportunità di crescita per l’Italia. La trasformazione digitale, che investe tutti i settori del made in Italy, può rappresentare il fattore di spinta per la crescita del nostro Paese.

Occorre che tutto il nostro Paese abiliti la trasformazione digitale attraverso centri di competenza e di diffusione del know-how digitale. E’ in questa ottica che SAS può diventare la piattaforma analitica aperta che permette la realizzazione di processi innovativi di analisi dei dati nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale e del Machine Learning. È necessario poi puntare sulle iniziative in ambito Open Data, per collegare e utilizzare meglio le informazioni già disponibili. Occorre, infine, investire in progetti educational per creare e diffondere le competenze necessarie per la Digital Transformation, oggi ancora scarse.

Erik Brynjolfsson e Andrew McAfee, autori del citatissimo libro “The Second Machine Age” descrivono i ritardi di alcune economie come una questione di mancanza di sincronizzazione, come direbbe un informatico. Di armonizzazione tra i tempi delle tecnologie – che in questi anni hanno corso moltissimo – e quelli degli uomini che sono rimasti ancorati ai vecchi sistemi di pensiero e produzione.

Eppure oggi ci sono molti segnali che anche in Italia ci sono gli elementi e la consapevolezza per agire, per chiudere le fasi di sperimentazione e iniziare a operare sul campo. L’Italia è arrivata al momento in cui può ‘emergere’, senza più alcun dubbio o paura, affinché tutto il suo potenziale creativo possa esprimersi.  In Italia abbiamo le competenze e la capacità di creare servizi innovativi. Abbiamo le informazioni che ci servono e le piattaforme abilitanti alla loro analisi. Abbiamo l’industria manifatturiera in grado di progettare e introdurre le componenti che servono alle reti. Ci sono investimenti pianificati dal Governo e dall’EU che consentono di rendere concreti i progetti.

Si tratta ora di metterli a terra, renderli visibili, anche se non perfetti sin dall’inizio, e diventare noi italiani, culla della cultura europea, come sistema fatto di imprese, pubblica amministrazione, università e centri di ricerca, il motore all’avanguardia delle città del futuro.

Main Partners
Partner
Partner Tecnologico